L’addominoplastica è un intervento che permette di migliorare nettamente l’aspetto e i profili del corpo e di rimodellare l’addome. Consente infatti di rimuovere l’eccesso di cute e di adipe e di contrastare la lassità della muscolatura della parete addominale restituendole tono e definizione.

Sfoggiare un addome piatto, tonico e scolpito, è il desiderio di tantissime donne e di altrettanti uomini. Spesso però nella quotidianità ci si trova a fare i conti con un ventre prominente e rilassato o con quella pancetta che proprio non se ne vuole andare. Complici anche i modelli che propone la società in cui una silhouette sottile, armoniosa e priva di inestetismi è sinonimo di una vita attiva, di benessere e di perfetta forma fisica.

E se è vero che alimentazione e sport sono fondamentali, così come sono importanti i trattamenti estetici, lo è altrettanto che non sempre si rivelano determinanti per il raggiungimento dell’obiettivo finale. E il vanificarsi degli sforzi compiuti quotidianamente, implica l’insorgere di una componente psicologica (insicurezza, scarsa autostima, difficoltà nelle relazioni sociali e interpersonali) che rende ancora più difficile convivere con l’insoddisfazione estetica.

L’intervento di addominoplastica è indicato nei casi in cui sia necessaria una correzione estrema e quando né con una dieta equilibrata né con l’attività fisica è possibile ottenere dei miglioramenti visibili. In particolare dopo una o più gravidanze, in seguito a un forte dimagrimento, quando il passare del tempo ha compromesso definitivamente l’elasticità cutanea o quando persiste, nonostante si sia in discreta forma, un accumulo di adipe localizzato che altera l’armonia del corpo. Va, invece, posticipato, se si sta pianificando una futura gravidanza, che sottoponendo l’addome a una notevole tensione ne vanificherebbe l’esito, oppure se si è in severo sovrappeso. Non deve infatti, essere considerato una “scorciatoia”, in sostituzione della dieta.

Se il difetto da correggere è limitato, si può intervenire con una mini-addominoplastica, meno invasiva e con tempi di recupero più brevi. Se, invece, il tono della muscolatura e l’elasticità dei tessuti sono buoni, ma il problema è un accumulo di adipe localizzato nella regione addominale che persiste anche dopo un eventuale dimagrimento, si può ricorrere alla sola liposcultura.

Di conseguenza, l’addominolastica, è un intervento molto personalizzato e sarà compito dello specialista, esperto nel “body contouring”, il rimodellamento del corpo, valutare attentamente la problematica e l’entità del difetto del paziente, individuando la procedura chirurgia più idonea e illustrando il risultato estetico che sarà possibile ottenere.

 

TECNICA

L’intervento di addominoplastica viene di norma eseguito in anestesia generale in regime di Day-Hospital, con una notte di ricovero, e ha una durata di circa 2 ore e mezza. Nel caso venga eseguita una mini-addominoplastica, l’anestesia sarà locale in regime di Day-Surgery, con dimissione il giorno stesso, e la durata sarà di circa 1 ora e mezza. Se si effettua una liposcultura, l’anestesia sarà anche in questo caso locale, non c’è necessità di ricovero e la durata sarà di circa 30 minuti.

Anche il gesto chirurgico dipende dall’entità del difetto da correggere. Nell’addominoplastica l’incisione è ampia (talvolta da una spina iliaca all’altra) e viene eseguita al di sopra della zona pubica con l’accortezza da parte del chirurgo di posizionarla in modo che sia nascosta dallo slip. Successivamente, viene rimosso il tessuto cutaneo e adiposo in eccesso e rinforzata la muscolatura addominale rilassata. Nella mini-addominoplastica si procede con la stessa tecnica, ma l’incisione è ridotta e l’esito cicatriziale minimamente visibile. Nella liposcultura, invece, viene aspirato ed eliminato solo l’adipe, senza alcuna cicatrice residua visibile.

 

POST-OPERATORIO

Nell’immediato post-operatorio si avvertirà un lieve dolore, controllato con una terapia farmacologica antidolorifica. Non ci saranno punti di sutura da rimuovere e per circa 4 settimane sarà necessario indossare una guaina contenitiva. È possibile riprendere le attività quotidiane abituali dopo circa 7 giorni, mentre per quelle sportive si dovrà attendere un mese.

Se è stata eseguita una liposcultura, si indosserà una guaina contenitiva per circa 4 settimane ma si potrà tornare alle attività abituali già il giorno successivo all’intervento e riprendere la pratica sportiva dopo 2 settimane.

Il paziente sarà seguito nell’anno successivo all’intervento con controlli periodici gratuiti che permetteranno di valutare i risultati ottenuti.

 

COSTI

L’intervento addominoplastica ha un prezzo che può variare a seconda delle esigenze e delle necessità individuali.