La Chirurgia Plastica ed Estetica offre la possibilità di regalarsi un’immagine corrispondente al proprio modo di essere e ai propri canoni di bellezza assicurando un risultato definitivo e assolutamente naturale. Permette infatti di ridisegnare i profili del corpo cancellando adiposità localizzate e cellulite; di modificare le dimensioni del seno ridonandogli tono e definizione; di restituire plasticità alla silhouette provata da dimagrimenti importanti o dalla gravidanza; e di risolvere difetti e dismorfie avvalendosi di interventi ricostruttivi e correttivi che ricreano l’armonia delle forme e delle proporzioni migliorando non solo l’aspetto fisico ma anche la componente psicologica.

La mastoplastica additiva è un intervento che permette di aumentare il volume del seno modificandone la forma e le dimensioni.

È indicato in molteplici casi. Per riequilibrare e rendere più armoniche le proporzioni della silhouette quando si ritiene il seno troppo piccolo o inadeguato per la propria fisicità; per restituirgli pienezza e turgore quando appare svuotato dopo una gravidanza, l’allattamento o un dimagrimento importante; per correggere un’asimmetria mammaria esteticamente sgradevole; e per ricostruirlo in seguito a un intervento demolitivo.

Perché il risultato sia assolutamente naturale e ottimale, la mastoplastica additiva richiede un’attenta personalizzazione. Sarà compito del chirurgo, guidare il paziente nella corretta scelta delle protesi e illustrare la tecnica operatoria dopo aver valutato la sua conformazione fisica e le caratteristiche dei suoi tessuti.

L’intervento di mastoplastica riduttiva permette di modificare le dimensioni, la forma e l’aspetto (spesso candente) di un seno molto importante restituendo armonia e proporzione alla silhouette. Inoltre, può essere utilizzato anche per correggere un’asimmetria mammaria evidente.

Parallelamente, consente di eliminare i disturbi legati a un décolleté di dimensioni eccessive quali dolori alla schiena, alla regione cervicale e alle spalle, irritazioni, dermatiti e segni sulla pelle lasciati dal reggiseno.

Accanto alla componente estetica, possiede anche una forte valenza psicologica poiché offre una soluzione concreta alla sensazione di disagio e alle limitazioni nelle relazioni sociali e nelle attività quotidiane che questo inestetismo può comportare nella vita delle donne: dalla scelta dell’abbigliamento, alla pratica di uno sport.

La mastopessi, nota anche come “lifting del seno” è un intervento che permette di risollevare e rimodellare un décolleté cadente che ha perso turgore e appare “svuotato” (ptosi mammaria), restituendogli forma e definizione così da enfatizzare l’armonia della silhouette.

La ptosi mammaria può essere causata da molteplici fattori. La gravidanza, l’allattamento, i dimagrimenti importanti e repentini, le caratteristiche dei tessuti, l’invecchiamento e la forza di gravità giocano un ruolo fondamentale e sono le principali cause della perdita d’elasticità e di consistenza del seno.

La ginecomastia è una patologia che si manifesta negli uomini con uno sviluppo insolito ed eccessivo della ghiandola mammaria che, spesso associato anche alla presenza di tessuto adiposo, determina la comparsa di un seno di tipo femminile.

Questo inestetismo non solo ha una diretta conseguenza sull’aspetto fisico ed estetico, ma ha forte valenza psicologica poiché porta a mettere in discussione la propria virilità, rivelandosi fonte d’insicurezza, scarsa autostima, difficoltà nelle relazioni sociali e interpersonali.

Diventa quindi fondamentale ricorrere a una soluzione definitiva del difetto, ovvero all’intervento che consiste nella rimozione chirurgica del tessuto mammario, ghiandolare e adiposo, e, nei casi più importanti, della cute in eccesso, con l’obiettivo di restituire al torso una maggiore mascolinità e un aspetto più tonico.

Il lifting delle braccia, o dermolipectomia, è un intervento che permette di correggere definitivamente i difetti estetici degli arti superiori.

Nell’immaginario comune, braccia toniche, sottili e ben modellate sono il simbolo di un look “healty”, espressione di uno stile di vita attivo e improntato al benessere e di una forma fisica ottimale. Purtroppo, a minacciare l’armonia delle loro forme, in particolare nella zona bicipitale e ascellare, senza differenze tra uomini e donne, concorrono molteplici fattori: il passare del tempo, l’invecchiamento, un dimagrimento drastico e repentino, il soprappeso.

Il lifting delle braccia si rivela quindi la soluzione ottimale per questo tipo di inestetismi poiché permette di rimodellare gli arti ridefinendone i profili; di eliminare il surplus di tessuto adiposo con un netto miglioramento della loro forma e una riduzione delle loro dimensioni; e di rimuovere la pelle in eccesso restituendo tono e turgore alla cute.

L’addominoplastica è un intervento che permette di migliorare nettamente l’aspetto e i profili del corpo e di rimodellare l’addome. Consente infatti di rimuovere l’eccesso di cute e di adipe e di contrastare la lassità della muscolatura della parete addominale restituendole tono e definizione.

Sfoggiare un addome piatto, tonico e scolpito, è il desiderio di tantissime donne e di altrettanti uomini. Spesso però nella quotidianità ci si trova a fare i conti con un ventre prominente e rilassato o con quella pancetta che proprio non se ne vuole andare. Complici anche i modelli che propone la società in cui una silhouette sottile, armoniosa e priva di inestetismi è sinonimo di una vita attiva, di benessere e di perfetta forma fisica.

La gluteoplastica, nota anche come chirurgia estetica dei glutei, è un intervento che permette di modificare la forma e le dimensioni del fondoschiena con l’obiettivo di migliorare l’armonia e le proporzioni della silhouette e di valorizzarne la sinuosità e la femminilità.

L’intervento è indicato in molteplici casi e, a seconda della problematica personale, prevede differenti metodiche correttive.

Permette infatti di aumentare il volume e di restituire rotondità a glutei che si ritengono troppo piccoli o piatti per la propria fisicità; di restituirgli pienezza e turgore quando appaiono privi di tono e con tessuti rilassati in seguito a un dimagrimento repentino o al naturale invecchiamento; e di ridisegnarne i profili, risollevandoli e donandogli plasticità, quando appaiono candenti, svuotati e con un forte rilassamento dei tessuti e pelle in eccesso a causa di un forte calo ponderale.

Sfoggiare gambe sottili, toniche, ben modellate e prive di inestetismi è il desiderio di tutte le donne, perché, si sa, slanciano la silhouette, le donano armonia e, non ultimo, sono un attributo iconico della femminilità. Purtroppo però, soprattutto nella parte interna, il punto dove cade più spesso l’occhio femminile, talvolta appaiono appesantite, con tessuti rilassati, accumuli adiposi localizzati, muscoli poco tonici e cute in eccesso.

I motivi alla base di questo inestetismo, che talvolta non è solo estetico ma comporta anche problematiche funzionali, sono molteplici: predisposizione genetica e costituzionale, variazioni importanti di peso, scarsa attività fisica, invecchiamento.

La liposcultura, conosciuta anche come liposuzione, è una procedura chirurgica di rimodellamento corporeo che permette di rimuovere accumuli adiposi indesiderati da aree specifiche (addome, fianchi, regione trocanterica, ginocchia, braccia) ridisegnando i profili della silhouette, riequilibrandone le proporzioni e restituendole armonia.

L’intervento di liposcultura è indicato per chi possiede già una buona forma fisica e un’epidermide tonica ed elastica ma presenta delle adiposità localizzate che non rispondono ai trattamenti non invasivi e ai regimi dietetici, e quindi richiedono una procedura chirurgica per essere eliminate.

Inoltre, permette la massima personalizzazione dei risultati al fine di ottenere il perfetto equilibrio dei volumi e delle forme del corpo. Alla liposcultura può essere abbinato il lipofilling, dove il tessuto adiposo prelevato può essere ricollocato in altre zone del corpo che necessitano di essere riempite quali, ad esempio, seno, glutei o viso.

La liposcultura ultrasonica, nota anche come L.E.S.C – LipoEmulsione SottoCutanea - è un trattamento all’avanguardia e innovativo che permette di rimodellare i profili e le forme del corpo in modo non traumatico e rapido offrendo risultati immediatamente visibili e duraturi.

Meno invasiva della liposcultura tradizionale, è consigliata per ridurre ed eliminare le adiposità localizzate di piccole e medie dimensioni e permette di intervenire in modo efficace e definitivo non solo su fianchi, glutei, cosce e addome, ma anche sulle zone più difficili e particolari come ginocchia, caviglie, braccia e mento senza alcun tipo di rischio.

Basata sul principio della dissoluzione del tessuto adiposo tramite ultrasuoni, offre molteplici benefici: assicura un netto miglioramento della qualità della pelle, che diventa più tonica ed elastica; riduce gli inestetismi della cellulite; e offre una soluzione efficace a problematiche tipicamente maschili quali ginecomastia e “maniglie dell’amore”.