La gluteoplastica, nota anche come chirurgia estetica dei glutei, è un intervento che permette di modificare la forma e le dimensioni del fondoschiena con l’obiettivo di migliorare l’armonia e le proporzioni della silhouette e di valorizzarne la sinuosità e la femminilità.

L’intervento è indicato in molteplici casi e, a seconda della problematica personale, prevede differenti metodiche correttive.

Permette infatti di aumentare il volume e di restituire rotondità a glutei che si ritengono troppo piccoli o piatti per la propria fisicità; di restituirgli pienezza e turgore quando appaiono privi di tono e con tessuti rilassati in seguito a un dimagrimento repentino o al naturale invecchiamento; e di ridisegnarne i profili, risollevandoli e donandogli plasticità, quando appaiono candenti, svuotati e con un forte rilassamento dei tessuti e pelle in eccesso a causa di un forte calo ponderale.

Se il desiderio è quello di restituire rotondità ai glutei e di sollevarli, le tecniche di cui avvalersi sono due: il lipofilling e l’utilizzo di protesi specifiche.

Il lipofilling consiste nel prelevare del tessuto adiposo da altre zone del corpo in cui è presente in maggiore quantità (addome, fianchi, cosce) e re-iniettarlo, dopo un apposito trattamento, nell’area che si desidera riempire. Questa tecnica vanta quale ulteriore “plus”, il conseguente rimodellamento delle parti che presentano accumuli adiposi localizzati, ottimizzando così il risultato di maggior proporzione e armonia della silhouette.

Se non è possibile effettuare il lipofilling si ricorre all’inserimento di protesi di ultima generazione specifiche per essere impiantate nella regione glutea, differenti per forma e caratterizzate da una maggiore resistenza rispetto a quelle utilizzate per il seno.

Quando l’inestetismo da correggere è particolarmente significativo, e i glutei sono cadenti, rilassati, dall’aspetto svuotato ed è necessario rimuovere anche la pelle in eccesso e riposizionare i tessuti e la muscolatura, l’intervento più indicato è la torsoplastica, o lifting dei glutei, più impegnativo sia come gesto chirurgico (implica incisioni ampie che lasceranno un esito cicatriziale minimo ma permanente) sia come tempistiche di recupero.

Sarà compito del chirurgo, dopo aver ascoltato le richieste del paziente e dopo aver valutato l’entità dell’inestetismo, consigliare la tecnica chirurgica più indicata per ottenere un risultato ottimale che soddisfi appieno le aspettative estetiche, e spiegare con obiettività i reali miglioramenti che si possono ottenere quando il difetto da correggere è importante.

 

TECNICA

In base all’entità e alla tecnica operatoria utilizzata gli interventi sono effettuati in anestesia locale o generale in regime di Day-Hospital, con ricovero di un giorno. Tutti sono indolori e assicurano risultati molto naturali, stabili nel tempo e definitivi. L’intervento di gluteoplastica con lipofilling o inserimento di protesi, ha una durata di circa 2 ore; la torsoplastica ne richiede 3.

Nel lipofilling, dopo aver praticato delle incisioni di pochi millimetri, con cannule sottili viene prelevato il tessuto adiposo da re-iniettare nelle aree da modellare attraverso micro-cannule. In entrambe le zone non esiterà nessun esito cicatriziale visibile.

Se ci si avvale di protesi, viene praticata un’incisione all’interno della piega glutea in modo che la cicatrice residua, minima e sottilissima, rimanga nascosta e non visibile.

La torsoplastica, comporta un gesto chirurgico più impegnativo e invasivo. Prevede due incisioni, una superiore e una inferiore la cui distanza varia in funzione della quantità di tessuto cutaneo da asportare. L’incisione viene praticata sulla porzione superiore dei glutei e si estende da fianco a fianco. Le cicatrici residue avranno un andamento ad “ala di gabbiano” e l’esito cicatriziale resterà nascosto all’interno dello slip. Il chirurgo infatti presterà particolare attenzione alla posizione delle incisioni che sarà studiata preventivamente così da ottenere un risultato personalizzato.

 

POST-OPERATORIO

La gluteoplastica non richiede la rimozione di punti di sutura, è indolore e permette un rapido recupero. La notte dopo l’intervento sarà necessario dormire in posizione prona e già il giorno successivo ci si potrà sedere e camminare. Le abituali attività quotidiane si potranno riprendere dopo 3-4 giorni. Nel caso siano state impiantate protesi glutee, si indosserà una guaina contenitiva per 4 settimane, periodo trascorso il quale sarà possibile anche riprendere l’attività sportiva. La torsoplastica ha un decorso post-operatorio leggermente più impegnativo. Nelle 48 ore successive all’intervento si potrà avvertire un lieve dolore, facilmente controllabile con una terapia farmacologica, e potranno comparire gonfiori ed ecchimosi. Anche in questo caso non è prevista la rimozione di punti di sutura poiché i materiali utilizzati per suturare le incisioni sono riassorbibili e per 4 settimane sarà indispensabile indossare una guaina contenitiva. Dopo 7 giorni si potranno riprendere le abituali attività quotidiane e dopo circa un mese quella sportiva.

Il paziente sarà seguito nell’anno successivo all’intervento con controlli periodici gratuiti che permetteranno di valutare i risultati ottenuti.

 

COSTI

L’intervento gluteoplastica ha un prezzo che può variare a seconda delle esigenze e delle necessità individuali.