L’intervento di mastoplastica riduttiva permette di modificare le dimensioni, la forma e l’aspetto (spesso candente) di un seno molto importante restituendo armonia e proporzione alla silhouette. Inoltre, può essere utilizzato anche per correggere un’asimmetria mammaria evidente.

Parallelamente, consente di eliminare i disturbi legati a un décolleté di dimensioni eccessive quali dolori alla schiena, alla regione cervicale e alle spalle, irritazioni, dermatiti e segni sulla pelle lasciati dal reggiseno.

Accanto alla componente estetica, possiede anche una forte valenza psicologica poiché offre una soluzione concreta alla sensazione di disagio e alle limitazioni nelle relazioni sociali e nelle attività quotidiane che questo inestetismo può comportare nella vita delle donne: dalla scelta dell’abbigliamento, alla pratica di uno sport.

La mastoplastica riduttiva per assicurare il risultato ottimale e la completa soddisfazione del paziente, richiede un’attenta valutazione pre-operatoria da parte del chirurgo che dovrà essere specializzato nel rimodellamento del seno. Sarà sua premura valutare le dimensioni e la forma del seno e la qualità dei tessuti mammari per individuare la tecnica operatoria più adatta, tenendo in considerazione anche i desideri e le aspettative del paziente in relazione alla riduzione richiesta.

L’intervento viene eseguito dopo il completo sviluppo della ghiandola mammaria e consente di ridisegnare il seno rendendolo più piccolo, sodo e compatto. In base all’entità della riduzione, viene effettuata un’incisione attorno all’areola che scende verticalmente fino al solco mammario e prosegue lungo la piega inferiore del seno, così da poter rimuovere agevolmente il tessuto in eccesso. L’esito cicatriziale è ridotto e le cicatrici residue sono perfettamente nascoste dal reggiseno.

Il risultato della mastoplastica riduttiva è definitivo e permette l’allattamento.

 

TECNICA

La mastoplastica riduttiva viene eseguita in anestesia generale, è indolore e ha una durata di circa 3 ore. Le incisioni che vengono praticate per consentire la rimozione del tessuto in eccesso (attorno all’areola e a forma di “T”, verticale a scendere verso il basso e orizzontale lungo il profilo del seno) vengono suturate con materiali riassorbili e non richiedono la rimozione di punti nei giorni successivi all’intervento. Sono previsti un drenaggio e un bendaggio compressivo che verranno rimossi dopo circa 48 ore.

 

POST-OPERATORIO

Dopo l’intervento, nelle 24-48 ore successive potrebbero comparire edemi, gonfiori ed ecchimosi che regrediranno naturalmente nei giorni a seguire. Rimosso il bendaggio compressivo si dovrà indossare per circa quattro settimane un reggiseno medico contenitivo. Le attività quotidiane abituali possono essere riprese già dopo 3-4 giorni, mentre per la pratica sportiva sarà necessario attendere un mese.

Il paziente sarà seguito nell’anno successivo all’intervento con controlli periodici gratuiti che permetteranno di valutare i risultati ottenuti.

 

COSTI

L’intervento mastoplastica riduttiva ha un prezzo che può variare a seconda delle esigenze e delle necessità individuali.