Estetica e DNA: sinergia vincente

Nel DNA si sa, c’è scritto tutto: salute, benessere, longevità compresi. Ma il nostro destino non è immutabile, grazie alla nutrigenomica è possibile avvalersi del cibo non solo per prevenire l’insorgere di patologie e malattie o migliorare le performance, ma anche contrastare l’invecchiamento precoce, sfoggiare una silhouette invidiabile ed essere in perfetta forma e quindi, regalarsi bellezza e benessere.

Ecco perché il dott. Vincenzo Colabianchi, chirurgo plastico ed estetico a Bologna e Spoleto, ha deciso di avvalersi delle più recenti acquisizioni e dei metodi più innovativi di indagine del DNA per ottimizzare la preparazione e i risultati di interventi chirurgici e trattamenti di medicina estetica, così da offrire ai suoi pazienti un supporto prima, durante e dopo le procedure, massimizzandone e protraendone nel tempo gli effetti.

Quei chiletti di troppo che hanno appesantito la silhouette; energie e vitalità inspiegabilmente in calo; linee e segni d’espressione che compaiono precocemente; pelle spenta, priva di tono; sbalzi umorali che ci fanno vedere tutto nero e si riflettono sulla percezione della propria immagine influenzandola negativamente – afferma il dott. Colabianchi - possono essere causati da modificazioni dell’epigenoma. Il DNA, si sa, resta fisso per tutta la vita – spiega- ma esiste una sua parte "variabile", l'epigenoma, un secondo codice genetico costituito da un insieme di interruttori che accendono o spengono i singoli geni influenzandone l'espressione senza alterarne la sequenza. É qui che si trovano le risposte fondamentali per il nostro benessere e la salute. Le variazioni dell’epigenoma sono determinate da molteplici fattori: l'alimentazione, lo stile di vita, la abitudini, lo stress, il passare del tempo, il fumo, le aggressioni ambientali… Ho deciso quindi di offrire ai miei pazienti la possibilità di effettuare un test del DNA per conoscere il proprio profilo genetico e, di conseguenza, impostare uno stile di vita sano, capire meglio il proprio metabolismo, prevenire l’invecchiamento, influenzare la longevità e addirittura boostare le performance o contrastare umore nero e depressione”.

Tutti fattori che influenzano i risultati ottenuti con la chirurgia e la medicina estetica, ma non solo. Il medico potrà agire preventivamente nel pre-operatorio trovandosi così a intervenire nelle condizioni ottimali, e, dopo l’intervento, migliorare il post-operatorio e i risultati ottenuti e suggerire un percorso di affiancamento a procedure e trattamenti estetici.

Più facile a dirsi che a farsi, penserete. Sbagliato. Il Dott. Colabianchi ha scelto quale partner Allergoline (www.allergoline.net, info@allergoline.net), una delle aziende italiane leader nel settore della nutrigenomica che collabora con medici, nutrizionisti ed enti scientifici quali il CNR, che ha messo a punto un pannello di test genetici che vanno a screenare la predisposizione genetica e potenziali patologie.

Tra i loro atout – puntualizza il Dott. Colabianchiil fatto che non sono invasivi (non è necessario il prelievo di sangue ma è richiesto solo un tampone salivare); sono pratici e velocI (non bisogna recarsi in strutture specifiche); hanno un costo “smart” che non pesa significativamente sul budget già stanziato; e non occorre aspettare tempi lunghissimi (il referto viene comunicato dopo soli 3 giorni).

Cinque i test disponibili che indagano la relazione tra DNA e dieta, DNA e sport, DNA e invecchiamento, DNA e psiche e DNA e geriatria, indicando a seconda del test scelto, predisposizione all’obesità, sovrappeso, intolleranza al lattosio, predisposizione alla celiachia, diabete di tipo 2, sindrome metabolica, valutazione dello stress ossidativo e dei fattori d’invecchiamento, rischio di lesioni e traumi sportivi, stati infiammatori, predisposizione a sindromi depressive, e molto altro ancora.

Assieme al referto verrà fornito un elenco di alimenti, eventuali indicazioni di integrazione naturale, piani dietetici per iniziare subito la propria alimentazione nutrigenomica personalizzata. Uno step fondamentale che va di pari passo con i cambiamenti dello stile di vita in generale, poiché è scientificamente dimostrato che un regime alimentare scorretto predispone a numerose patologie e mette a rischio i benessere riflettendosi anche sull’estetica. E se a questo aggiungiamo l’azione dannosa di altri fattori esterni, come lo stress, l’inquinamento, la sedentarietà, il quadro è completo.