L’aspetto disarmonico delle orecchie - il loro essere prominenti e discostate dal capo, in primis - può essere risolto definitivamente ricorrendo a un intervento di otoplastica che permette di riposizionarle e di correggerne la forma attraverso il rimodellamento del padiglione auricolare.

È possibile sottoporsi a questa procedura chirurgica in qualsiasi momento della vita, ma è preferibile intervenire precocemente, già in età pre-scolare, nei bambini che presentano questo inestetismo (le orecchie terminano il loro accrescimento a circa 4 anni) per evitare l’insorgere di problemi psicologici quali insicurezza, disagio e difficoltà nelle relazioni sociali.

 

TECNICA

L’intervento di otoplastica è mini-invasivo, viene praticato in anestesia locale con sedazione in regime di Day-Surgery con dimissione il giorno stesso e garantisce un risultato definitivo.

 

POST-OPERATORIO

L’intervento di otoplastica nell’immediato post-operatorio è lievemente doloroso e viene controllato con una terapia farmacologica antidolorifica. Nelle successive 48 ore compariranno tumefazioni ed ecchimosi che regrediranno progressivamente nei 7- 10 giorni successivi e, per 2 settimane, sarà necessario indossare la notte un bendaggio elastico che protegga la parte da eventuali traumi. L’intervento non richiede la rimozione di punti di sutura ed è possibile riprendere le abituali attività quotidiane già il giorno successivo, mentre l’attività sportiva andrà sospesa per quattro settimane. Il paziente sarà seguito nell’anno successivo all’intervento con controlli periodici gratuiti che permetteranno di valutare i risultati ottenuti.

 

COSTI

L’intervento otoplastica ha un prezzo che può variare a seconda delle esigenze e delle necessità individuali.