La Medicina Estetica è una disciplina medica caratterizzata da un duplice ruolo: di correzione e di prevenzione. Affronta gli inestetismi del viso e del corpo con metodiche “soft”, non invasive e reversibili, e attua un programma anti-aging mirato a contrastare l’invecchiamento cutaneo. Legata alla qualità della vita, non si pone come alternativa alla chirurgia estetica ma come metodica complementare. Ne condivide infatti, obiettivi e finalità: restituire il benessere psicofisico migliorando l’aspetto estetico e, di conseguenza, aumentando autostima e fiducia in se stessi.

I fillers sono sostanze iniettabili nel derma o nel tessuto sottocutaneo utilizzate in medicina estetica sia per correggere imperfezioni dell’epidermide e inestetismi del volto (quali linee d’espressione e rughe naso-geniene, frontali, periorali, contorno occhi), sia per ripristinare, plasmare o aumentare il volume di alcune zone del viso (labbra, zigomi, mento, fronte).
Tra i più moderni spiccano quelli costituiti da acido ialuronico, una sostanza naturalmente presente nel nostro organismo e pertanto biocompatibile, sicura e priva di effetti nocivi.
Il loro obiettivo è finalizzato ringiovanimento del volto con un effetto di soft-lifting che leviga e distende i segni d’invecchiamento e dona nuova freschezza, armonia, giovinezza e tonicità ai tratti con un risultato immediato che non altera l’espressività naturale ma sublima la bellezza.

ll botulino, viene utilizzato nella medicina estetica per correggere le rughe d’espressione causate dalla contrazione dei muscoli mimici, in particolare quelle del terzo superiore del volto, ovvero quelle della fronte e del contorno occhi (le inestetiche “zampe di gallina”).

Iniettato in piccole dosi, agisce come miorilassante bloccando i segnali chimici provenienti dalle terminazioni nervose responsabili della contrazione dei muscoli. Riducendone la motilità ne determina la distensione e il rilassamento, facendo sì che le rughe scompaiano o si attenuino visibilmente ringiovanendo l’insieme del volto.

Il peeling chimico è un trattamento estetico che tramite l’applicazione di una sostanza specifica sulla pelle, ne stimola l’esfoliazione controllata e il conseguente rinnovamento.

A seconda dell’agente utilizzato può agire in superficie, rimuovendo le cellule morte e cheratinizzate che verranno sostituite da cellule epidermiche nuove; o in profondità, nel derma, dove, provocando un’accelerazione del ricambio cellulare, ha un effetto di rivitalizzazione e di ringiovanimento con un progressivo miglioramento dell’aspetto dell’epidermide.

È quindi la soluzione ideale per chi desidera attenuare gli inestetismi dello strato cutaneo più superficiale quali microrughe, esiti cicatriziali dell’acne, discromie, macchie scure, irregolarità del colorito, e per restituire luminosità e sericità al volto contrastando i danni causati da stress, inquinamento e passare del tempo.